Chirurgia Refrattiva – Facorefrattiva

E’ la sostituzione del cristallino naturale con uno artificiale in grado di portare perfettamente il fuoco delle immagini sulla retina, è la metodica più corretta quando il difetto di vista (miopia o ipermetropia) è elevato.

Anestesia: topica, con un collirio.

Intervento: L’intervento viene eseguito in sala operatoria per garantire sterilità. Il paziente viene visitato il giorno stesso dal medico cardiologo che verifica lo stato di salute generale e, dopo essere stato preparato dalle assistenti, viene accompagnato in sala operatoria. Qui, sotto la costante supervisione del medico anestesista, il Dott Andrea Ascari procede all’intervento vero e proprio: viene creata una via di accesso all’interno dell’occhio attraverso la quale si inserisce una sonda che grazie all’emissione di ultrasuoni, frantuma il cristallino naturale. Attraverso la stessa via viene introdotto il cristallino artificiale che l’operatore ha valutato essere correttivo del difetto di vista. Il piccolo taglio si richiude autonomamente. Terminato l’intervento, il paziente fa una piccola colazione (è a digiuno dal mattino) e viene riaccompagnato in sala di attesa da dove potrà tornare a casa.

Decorso post-operatorio: L’occhio resterà bendato e protetto fino al giorno successivo. E’ normale avvertire fastidio, lacrimazione e un modesto senso di sabbia, mentre in caso di dolore vero e proprio è bene avvisare immediatamente il medico curante. Tolta la benda il paziente inizia una terapia antibiotica ed antinfiammatoria con collirio per 8-10 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

cancella il moduloInvio