Nella Chirurgia Refrattiva la tecnica Lasek è una evoluzione della PRK, dove l’epitelio non viene eliminato ma salvato e riposizionato al termine dell’intervento a maggior protezione dell’area trattata. Ormai utilizzata raramente soprattutto dopo l’avvento della PRK Transepiteliale.

Anestesia: topica cioè con alcune gocce di collirio.

Intervento: dopo aver applicato il blefarostato, un aiuto a mantenere aperto l’occhio, l’epitelio corneale viene staccato dallo stroma grazie ad una soluzione alcolica instillata per 1 minuto. Viene quindi spostato, sollevato permettendo il trattamento laser che, vaporizzando i tessuti, modifica la curvatura corneale. L’epitelio viene poi riposizionato e  applicata una lente a contatto protettiva. L’intervento dura pochi minuti ed è indolore.

Decorso post-operatorio: La terapia è locale con colliri antibiotici, antinfiammatori,  lacrime artificiali e compresse di antidolorifici. E’ normale avvertire un leggero fastidio. Tolte le lenti a contatto dopo circa 6 giorni, la terapia continua con gocce di antinfiammatorio e lacrime artificiali per alcune settimane. La visione, abbastanza buona fin da subito, migliora nell’arco delle settimane; il paziente può riprendere le normali attività quotidiane dopo una settimana dall’intervento; deve prestare attenzione a proteggere gli occhi da polveri e agenti chimici per circa 1 mese. La protezione dai raggi ultravioletti, usando occhiali da sole, deve essere attuata per circa 3 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

cancella il moduloInvio