LASER A FEMTOSECONDI (FEMTOLASER)

Il PCM Poliambulatorio Chirurgico Modenese, centro dove il Dottor Ascari svolge la maggior parte della sua attività lavorativa è una delle pochissime strutture a essere dotata di laser di ultima generazione (SCHWIND 1050)  e il laser pulsato a femtosecondi per gli interventi.
Il Laser a Femtosecondi o Laser Intrastromale è un laser  di   recente introduzione ed  nuova frontiera della chirurgia rifrattiva, che utilizza la luce infrarossa con spots della grandezza di pochi micron e di breve durata, a bassa energia,  inferiore rispetto ai laser ad eccimeri. Ogni impulso crea come effetto una bolla di polverizzazione deltessuto trattato.
L’azione del laser a femtosecondi (chiamato anche femtolaser o intralaser) determina un trattamento molto preciso, all’interno dello spessore corneale,  con la massima sicurezza legata all’azione non meccanica dell’incisione, al minimo volume di tessuto ablato e dall’altissima riproducibilità dei risultati.
Il femtolaser viene utilizzato per diverse applicazioni, anche per i trapianti di cornea,  in virtù della sua capacità di trattare il tessuto corneale con estrema precisione e senza lo sviluppo di calore.
Le  principali indicazioni all’uso del Femtolaser sono:

    • Sfruttando  la precisione di taglio , il laser trova applicazione come sostituto del microcheratomo nella creazione del   sottile  sportellino  corneale  di 100 microns , che   si crea quando viene eseguita una Lasik 
    • femtolaser è utilizzato anche per la preparazione dei tunnel corneali per l’inserimento degli anelli intrastromali per cheratocono
    • Nel trapianto  di cornea permette  di personalizzare il trattamento alla singola cornea , variando sia la profondità  che  la conformazione  del taglio
    • L’azione del femtolaser può trovare terreno ideale per la correzione degli astigmatismi, grazie alla formazione di approfondimenti curvilinei allo spessore desiderato con perfetto controllo del taglio, dello spessore, del diametro e della lunghezza delle incisioni.
    • Sono ancora in via sperimentale , anche se molto promettenti invece , i trattamenti intracorneali per la correzione della presbiopia
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

cancella il moduloInvio